Posso farmi carico di una famiglia che cresce?
Io mi faccio in 4 per la mia famiglia.  E la mia banca si è fatta in 440 banche
In trent'anni ho cambiato praticamente tutto, tranne la mia banca.  La mia banca
Ho voluto la green economy. Ora pedalo?
Una mano per la ripresa.  I nostri soci e clienti ci affidano i loro risparmi.

Tu sei qui

E’ LEGGE LA “RIFORMA DELLA RIFORMA” DEL CREDITO COOPERATIVO

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, lo scorso 24 luglio, il decreto legge n.91 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del giorno successivo), disciplinando diverse materie, contiene anche misure relative alla riforma del Credito Cooperativo italiano. Il decreto interviene sia nella tempistica della riforma stessa che nel merito dei rapporti tra le BCC e le rispettive Capogruppo.

Più volte annunciato da esponenti della maggioranza - e come sottolineato sia dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte che dal Ministro dell'Economia e delle FInanze Giovanni Tria nel corso della conferenza stampa successiva alla riunione di Governo - di fatto si configura come una "riforma della riforma".

Obiettivo dichiarato è quello di “rafforzare la finalità mutualistica” ed il radicamento territoriale delle BCC “che proprio in questo aspetto - ha sottolineato il Premier - ripongono il loro punto di forza” (attraverso, principalmente, l'innalzamento da una "partecipazione maggioritaria" al 60% della quota di capitale minimo delle Capogruppo detenibile dalle singole banche che vi aderiscono).

Altre modifiche riguardano, in questa logica, la previsione che nei Consigli di Amministrazione delle Capogruppo i componenti espressione delle BCC siano pari alla metà più due del numero complessivo dei membri; la  definizione di un "processo di consultazione" delle BCC da parte delle Capogruppo (con pareri comunque non vincolanti) in materia di politiche commerciali, raccolta del risparmio ed erogazione del credito; la possibilità che le BCC collocate nelle classi di rischio migliori definiscano in autonomia i propri piani strategici e operativi nel quadro degli indirizzi impartiti dalla Capogruppo, nominando i componenti dei propri Consigli di Amministrazione e controllo.

Tra le principali innovazioni contenute nel decreto legge, l'innalzamento da 90 a 180 giorni del periodo entro il quale il quale le Assemblee straordinarie delle singole BCC dovranno deliberare formalmente l'adesione al Gruppo Bancario Cooperativo di riferimento.

Elemento, questo, che va sottolineato considerando che - in avvio di legislatura - erano state depositate sia alla Camera che in Senato, da parte delle forze di maggioranza, due mozioni finalizzate ad una "moratoria" di 18 mesi dell'operatività della riforma o alla sospensione dei termini previsti per la costituzione Gruppi Bancari Cooperativi.

L’iter di conversione in legge del decreto si è concluso definitivamente lo scorso 20 settembre con l’approvazione da parte del Senato del cd “Decreto Milleproroghe”. Per agevolare la comprensione di questo complesso e a volte contraddittorio processo riformatore Federcasse ha implementato nel sito nazionale il percorso informativo sulla Riforma del Credito Cooperativo, che avviato nel 2015 si era interrotto con la pubblicazione della Legge n. 49 dell’8 aprile 2016. Il sito dal nome “La Riforma BCC 2018” è accessibile da un apposito banner nella home page del sito di sistema www.creditocooperativo.it .

Al suo interno sono illustrate le principali tappe della “Riforma 2018”, le Valutazioni del Credito Cooperativo, e una documentata raccolta di Comunicati Stampa, Interviste, Articoli, Documenti e Atti Ufficiali. (b.c.)

 

Struttura organizzativa

Il personale e i componenti del Consiglio di Amministrazione della Federazione delle Banche di Credito Cooperativo dell'Emilia Romagna

La struttura organizzativa

Pubblicazioni

Accedi all'archivio dei testi da noi pubblicati

Federcasse


Federcasse Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo - Casse Rurali ed Artigiane

Gruppo Bancario Iccrea


Un insieme di società che forniscono in esclusiva prodotti e servizi alle BCC

Cedecra Inform. Bancaria


La società di servizi ICT e back-office delle BCC dell'Emilia Romagna

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer