SIAMO DOVE SEI. SIAMO COME SEI. E IN OTTOCENTOMILA CASI SIAMO ANCHE CHI SEI.
Ho voluto la green economy. Ora pedalo?
Se metto i soldi in banca mi ritrovo le preoccupazioni sotto il materasso?
Io penso positivo, ma sarò l'unico?
Per mantenere due figli mi servono tre lavori?

Tu sei qui

Il Credito Cooperativo per il sisma in Centro Italia

 

Dopo i nuovi, violenti terremoti che il 26 e 30 ottobre hanno colpito in particolare le province di Perugia e Macerata, il Credito Cooperativo italiano – che il 24 agosto aveva già attivato un conto corrente per sostenere le popolazioni di Accumoli, Amatrice (Rieti) e della provincia di Ascoli colpite dal primo evento sismico – ha deciso di proseguire nell’iniziativa di raccolta fondi (sensibilizzando soci, amministratori, clienti, dipendenti delle BCC e Casse Rurali e degli enti del Sistema) per rispondere alle nuove esigenze determinate dagli ultimi, drammatici eventi. Al 30 novembre 2016 (ultimo dato rilevato) erano stati raccolti oltre 1 milione di euro (attraverso oltre 6.500 donazioni), sia per le prime necessità, sia, d’intesa con le Federazioni locali interessate (Federazione Marche, Federazione Lazio, Umbria e Sardegna) e le BCC loro associate (che si sono attivate prontamente, pur con enormi difficoltà logistiche, per assicurare servizi bancari essenziali), per le iniziative concrete di ricostruzione e di ripresa delle attività economiche e produttive. I danni più gravi causati dal sisma del 26 e 30 ottobre si sono registrati a Norcia, Preci, Sant’Angelo sul Nera, Visso, Camerino, Ussita, Pieve Torina e in decine di altri comuni delle province di Perugia e Macerata. In molti di essi operano BCC che sono in prima linea per portare aiuto a soci, clienti e a tutta la popolazione. Alcune di esse hanno sedi o agenzie inagibili, ma si sta operando per riattivare il servizio bancario al più presto.

Il programma nazionale di raccolta fondi, oltre al conto corrente, si avvale anche di una pagina dedicata sul sito www.creditocooperativo.it, dove si può donare mediante carta di credito. Sono poi disponibili sui siti Relax banking e CartaBCC dei bonifici “precompilati” per facilitare le donazioni. Inoltre, come già avvenuto per il sisma del 24 agosto 2016 e in situazioni analoghe (nel 2009 per l’Abruzzo, nel 2012 per l’Emilia e bassa Lombardia e lo scorso aprile per il terremoto in Ecuador), Federcasse ha proposto alle singole BCC, Federazioni locali, Enti e Società del Sistema di invitare i componenti dei Consigli d’Amministrazione e dei Collegi Sindacali a rinunciare a un gettone di presenza (o parte di esso), coinvolgendo i collaboratori a destinare un’ora di lavoro all’iniziativa.

Struttura organizzativa

Il personale e i componenti del Consiglio di Amministrazione della Federazione delle Banche di Credito Cooperativo dell'Emilia Romagna

La struttura organizzativa

Pubblicazioni

Accedi all'archivio dei testi da noi pubblicati

Federcasse


Federcasse Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo - Casse Rurali ed Artigiane

Gruppo Bancario Iccrea


Un insieme di società che forniscono in esclusiva prodotti e servizi alle BCC

Cedecra Inform. Bancaria


La società di servizi ICT e back-office delle BCC dell'Emilia Romagna

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer